Terapie sclerosanti

Da molti anni il trattamento delle teleangectasie viene effettuato con iniezioni sclerosanti.
Attraverso questo trattamento si possono eliminare i capillari (teleangectasie), le varici e le varici reticolari.



Prima del trattamento può essere conveniente effettuare un doppler per scartare la possibilità di una patologia venosa.

La tecnica
E' un trattamento abbastanza sicuro, efficace, e relativamente indolore.
La tecnica consiste nell'iniettare, all'interno dei piccoli vasi sanguigni, una sostanza farmacologia ad azione sclerotizzante che provoca il collasso della parete capillare, la sua chiusura e successivamente la disgregazione e la scomparsa del capillare.
Il trattamento non richiede anestesia e può essere effettuato in ambulatorio.

Quante sedute sono necessarie?

Talvolta sono richieste più sedute, infatti dopo ogni seduta i capillari diventano sempre più chiari, e spesso sono richieste tre o più sedute.
Occorre ricordare che con questa procedura vengono trattati solo i capillari e le venule visibili, senza alterare il sistema circolatorio degli arti inferiori ma non si può prevenire la comparsa di altre teleangiectasie in futuro.

Chi può sottoporsi al trattamento?
Tutte le donne e gli uomini, di qualunque età in buone condizioni di salute e senza patologie importanti del sistema circolatorio degli arti inferiori.
Non ci si deve sottoporre a questa terapia nel periodo della gravidanza e dell'allattamento.
Inoltre ricordiamo che spesso le teleangectasie che si verificano in gravidanza, solitamente scompaiono dopo due o tre mesi dal parto.

Chi può eseguire il trattamento?
Occorre sicuramente affidarsi ad un medico dotato di esperienza e manualità e che sappia scegliere la sostanza sclerosante adeguata al caso specifico.
In questo modo si riducono molto le possibilità di andare incontro alle possibili complicanze che, seppur rare, sono rappresentate dalla formazione di un coagulo intravasale, reazioni allergiche al farmaco sclerosante, reazioni infiammatorie o pigmentazioni cutanee (matting).

 
 

© 2012 Veneonline.it - Risorse ed informazioni sulle patologie delle vene - P.iva 03826070231 - Disclaimer e Privacy policy - Cookie policy - Link utili